Il rapporto tra cibo e sesso

Non c’è nulla di meglio, nella vita, che concedersi tanto buon cibo e un buon bicchier di vino, accompagnandolo anche con del sano e piacevole sesso: in effetti, questi sono due dei piaceri basilari che, se gustati con le accortezze del caso, possono aiutare a rendere più emozionante e stimolante ogni serata, soprattutto, quando la si vuole arricchire con quel tocco piccante che soltanto il sesso fatto bene sa dare, condendo la vita di sensazioni indescrivibili, se non attraverso il proprio orgasmo. È noto infatti che sia il vino che alcuni specifici alimenti, nelle giuste dosi, hanno un notevole potere afrodisiaco.

La domanda di oggi è la seguente: esiste un legame particolare tra sesso e cibo e, soprattutto, quest’ultimo che tipo di influenza ha sulla capacità di vivere il sesso in modo ottimale e piacevole, traendone il massimo beneficio, sia dal punto di vista fisico, con tanto piacere erotico, sia dal punto di vista psicologico?

Non sono pochi coloro che hanno tentato di darvi una risposta, o quantomeno, di formarsi una personale convinzione al riguardo.

Tra il modo di gustare il cibo e la ricerca di piacere con il sesso, in effetti, esiste un rapporto molto importante, innegabile, che va oltretutto messo in relazione con la propria caratterizzazione basata sui quattro elementi: l’individuo “focoso”, ad esempio, è pieno di iniziativa, adora il mordi e fuggi a tavola e, a letto, finisce per desiderare cose insolite, alimentando passioni che si spengono però in fretta.

L’individuo “etereo”, è invece imprevedibile e incostante, capace di sperimentare novità a tavola, incapace di mantenere a lungo un rapporto, essendo sempre impegnato a volare alla ricerca di qualche novità.

L’individuo “acqueo”, d’altro canto, è contraddistinto dalla voglia di essere in sintonia con il partner, tanto a tavola quanto a letto, essendo capace di comprendere quali sono i momenti ideali per il sesso.

L’individuo “terreno”, infine, cerca la stabilità: va al sodo, consumando con la dovuta calma.

Accendere il sesso con cibi afrodisiaci

Un buon bicchiere di vino, di preferenza rosso, non può che essere abbinato, immancabilmente, a un buon cibo, due ottimi condimenti per rendere più piccante una notte di sesso. Vi sarà capitato tante volte di sentire parlare dei cibi afrodisiaci, care amiche e cari amici: e quante volte, magari, avrete provato anche voi a dar vita a qualche serata differente dal solito, cenando in modo speciale, gustando qualche specialità culinaria degna di nota, preparandovi con grande soddisfazione al da farsi per il resto della serata.

Oggi, noi vi parleremo di qualche specialità che, se mangiata nella giusta quantità, vi può aiutare veramente a vivere una bella serata di sesso differente dal solito, eccitandovi a dovere ed apprezzando fino in fondo i piaceri della carne.

Il primo cibo afrodisiaco per definizione, è il caviale: le uova di storione, come ogni altro frutto di mare, richiamano all’olfatto il sesso e, la loro preziosità, suggeriscono anche il grande valore dato alla persona invitata a cena. Inoltre, il prezioso caviale può anche essere usato per creare qualche piacevole giochetto tra le lenzuola, ad esempio, cospargendo di caviale le vostre zone più erogene, invogliando in questo modo ad apprezzare l’irresistibile connubio tra sesso e cibo, una delle migliori accoppiate in grado di stimolare la voglia di sesso in modo semplice e spontaneo.

Lo champagne, grazie alle sue bollicine, può diventare qualcosa di ancor più piccante: al di là del brindisi, può anche aiutarvi per vivere incredibili piaceri con una fellatio fatta a regola d’arte, trattenendo dello champagne in bocca. Riuscite ad immaginare come possa essere incredibilmente piacevole gustarsi un prezioso pompino fatto da una parte che, tenendosi in bocca il prezioso champagne, non si lascia sfuggire l’occasione per mischiarlo al vostro prezioso membro, facendovi veramente provare qualcosa di unico?

Queste sono soltanto due preziosi suggerimenti per dare vita ad una serata differente dal solito: li avete già provati?